Fermarsi ogni tanto fa bene!

1OqwrfRWr3-2

Quando ci riempiamo la vita di mille impegni, proviamo a chiederci se non stiamo fuggendo da qualcosa. Proviamo a chiederci cosa ci spaventerebbe scoprire se solo ci fermassimo a riflettere su come stiamo e come ci sentiamo.

Oggi le vite di molti sono programmate al secondo, piene zeppe di impegni, e il tempo dedicato alla noia e al “dolce far niente” è quasi inesistente.

Certo, obietteranno alcuni, è la società odierna che ci spinge a vivere così; in un mondo del lavoro competitivo come quello di oggi bisogna lavorare duro per mantenere il proprio spazio, e in particolare quando ci sono i figli piccoli, gli impegni familiari sono davvero tanti.

Non si può negare, però, che oltre alle incombenze “obbligatorie” – come quelle del lavoro e della famiglia – si osserva in molte persone la tendenza a riempirsi le giornate con attività di vario tipo, come se il vuoto le intimorisse, come se il pensiero di trovarsi da sole con se stesse le spaventasse.

Quanti di voi nelle ultime settimane si sono fermati a riflettere su se stessi almeno una volta? E quanti invece vanno avanti come se avessero il pilota automatico, senza mai dedicare un po’ del proprio tempo per guardarsi dentro e capire come ci si sente davvero?

Certo, a volte può sembrare più semplice non sapere, perché poi non avremmo più scuse per non agire, perché il cambiamento, si sa, spaventa sempre un po’.

Eppure fermarsi ogni tanto fa bene, e ritagliarsi uno spazio di riflessione è importante, perché maggiore è la consapevolezza dei nostri stati d’animo e delle nostre emozioni, maggiore la chiarezza di quelli che sono i nostri obiettivi, maggiore è la possibilità che abbiamo di agire ed eventualmente aggiustare la rotta per raggiungere quel benessere interiore che ci consente di godere appieno dei nostri affetti e della nostra vita.